trio_mandili_bella_ciao
🎥#elettritv📲💻 Bella Ciao, la storia del canto più famoso della Resistenza italiana intonato dalle donne e uomini combattenti partigiani tra il 1943 e il 1945 la liberazione dal nazifascismo, divenuto uno dei canti della resistenza più celebri del mondo, probabilmente trae origine da un canto di lavoro delle mondine della Pianura padana. La sua popolarità ebbe inizio nel 1948, al Festival della gioventù di Berlino, dove fu cantata, con enorme successo, da un gruppo di studenti italiani.
Dal Testo di Bella Ciao, e’ possibile riconoscere l’ascendenza del modello di questo canto nella canzone narrativa, conosciuta in tutta l’Italia settentrionale e fermata in molte raccolte, a partire, probabilmente, da quella di Luigi Carrer ‘Sulla poesia popolare’ in ‘Opere complete’, venezia 1838, citata di solito come ‘Fior di tomba‘ o ‘Il Fiore di Teresina‘ o ancora ‘Il Fiore della Rosina’. Da miscele di queste canzoni, e con influenze da “Picchia picchia alla porticella” nacque la “Bella Ciao” che tutti conosciamo. La musica sembra invece provenire da un’antica filastrocca per bambini intitolata “La ballata della bevanda soporifera” [Leggi], o addirittura c’e’ chi ipotizza, forse da una melodia di una ballata Yiddish [Audio]
A Vasco Scansani detto “Cachi” dall’albero, mondino e marmista, disegnatore, amico del pittore Antonio Ligabue, autore di testi e poesie, in italiano e in dialetto, a detta del figlio si devono le parole di “Bella Ciao” scritte nel 1952 nella versione cantata dalle mondine, a lungo considerata anteriore al celebre canto della Resistenza. Le famiglie di Scansani e Daffini abitavano a Gualtieri, in Palazzo Bentivoglio…. La Gazzetta di Reggio
La Tamuriata delle Mondine di Giovanna Daffini, è stata riproposta recentemente dal gruppo Les Anarchistes. Ancora non e’ ben chiaro se si sviluppò il canto partigiano dal canto delle mondine o viceversa..
Bella Ciao viene cantata in tutti i continenti del mondo, dal sud America alle piazze Greche in Francia, dalle manifestazioni antigovernative in Turchia a quelle contro il governo in Ucrainia, fino ai cortei di Occupy Hong Kong, dalle donne della resistenza Curda nella Comune di Rojava, in video sopra interpretata dal Trio Mandili in Georgia. Ma come è nata? Quando? Perché è diventata globale? Giovanna Marini, cantautrice e ricercatrice etnomusicale, itervistata da La Repubblica accompagna in un viaggio tra le note e le parole di una canzone scoperta nelle risaie del Piemonte negli anni ’60 [Leggi]
Nel 1964 al VII Festival dei Due Mondi di Spoleto il Nuovo Canzoniere Italiano lancia i Dischi del Sole, tanto che il 33 giri di Bella Ciao supera negli anni le 100.000 copie…. [Kinkong RAI]

Giovanna Daffini

Giovanna Daffini

>> Giovanna Marini “Bella Ciao” Pesaro 03-11-2018 [VIDEO sopra]
>> Bella Ciao versione rock Mauro Arnò, Jacopo Arno’ & Maddalena Arno’ Alessia Cerne [VIDEO in basso]
>> Bella Ciao melodia Yiddish [VIDEO] La Repubblica
>> O Bella Ciao di Giorgio Gaber, dal disco Collezione Singoli (1965/1967)
>> Banda Popolare dell’Emilia Rossa e Adelmo Cervi Bella Ciao [VIDEO]
>> Talco Bella Ciao versione Ska
>> Banda Bassotti e O Zulu 99 Posse [VIDEO]
>> Bella Ciao [VIDEO] con Modena City Ramblers e Goran Bregović
>> Manu Chao Bella Ciao [VIDEO]
>> Marlene Kuntz + Skin – Bella Ciao [VIDEO]
>> Gogol Bordello Bella Ciao in strada[VIDEO]
>> Marc Ribot – “Bella Ciao (Goodbye Beautiful)” (feat. Tom Waits) USA [VIDEO] su Internazionale
>> Bella Ciao [VIDEO] Viktoria Daineko Russia
>> Bella Ciao conquista Francia e Germania https://www.corriere.it/bella ciao la casa di carta
>> http://www.folkworld.de/67/it/bella ciao


>> Bella Ciao al presidio antifascista a #Monterotondo nella valle del Tevere, organizzato dai cittadini e dalla Sezione ANPIEdmondo Riva‘, Citta’ garibaldina dal grande valore storico di resistenza popolare per la lotta di Liberazione, che ha arrestato le colonne fasciste in marcia su Roma nell’ottobre del 1922 e che ha dato un grande contributo di lotta e di sangue per la nascita della Repubblica democratica italiana sancita dalla Costituzione che al contrario dei regimi imperialisti reazionari come quello fascista e’ fondata sui diritti dei lavoratori e promulga la pace e la giustizia sociale nel mondo. Art. 11 L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali;
>>Proposta di intitolare la Ciclabile del Tevere alle Donne della resistenza

Bella Ciao [TESTO] Anonimo

Stamattina mi sono alzato,
o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao,
Stamattina mi sono alzato
E ho trovato l’invasor.

O partigiano portami via
o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao,
O partigiano portami via
Che mi sento di morir.

E se io muoio da partigiano
o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao,
E se io muoio da partigiano
Tu mi devi seppellir.

E seppellire lassù in montagna,
o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao,
E seppellire lassù in montagna
Sotto l’ombra di un bel fior.

E le genti che passeranno
o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao,
E le genti che passeranno
Mi diranno o che bel fior.

È questo il fiore del partigiano
o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao,
È questo il fiore del partigiano
Morto per la libertà.

È questo il fiore del partigiano
Morto per la libertà.

No comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

css.php