* Per cercare nella pagina fai Ctrl F e inserisci la parola nel rettangolo in alto

🎥#elettritv📲💻 Dipartimento della Protezione Civile [Mappa interattiva] per tutte le Regioni della penisola italiana
[Attualmente positivi] [Guariti] [Deceduti] [Totale positivi]
COVID-19 è l’acronimo di Co (corona); Vi (virus); D (‘disease’, malattia) e 19 (l’anno 2019 di identificazione del virus )
>> http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

Casi in Italia – Ministero della Salute – Bollettino giornaliero della Protezione Civile
>> http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/archivioNotiziegiornaliereNuovoCoronavirus
NUMERO TELEFONICO VERDE < < << 1500 >> > > #italia
Numeri verdi regionali >> http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus/numeriregionali
Istituto Superiore di Sanità ISS – L’epidemiologia per la Sanità Pubblica
Focolaio di infezione da nuovo coronavirus SARS-CoV-2: la situazione in Italia
>> https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/sars-cov-2-italia
>> https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/sars-cov-2
Carlo Urbani, medico di Castelplanio nella Regione Marche, ricercatore dell’Oms che per primo ha annunciato al mondo l’esistenza della Sars ad Hanoi, in Vietnam nel 2003, e che è morto a causa della malattia a Bangkok il 29 marzo 2003 e’ stata dedicata dall’Organizzazione Mondiale della Sanita’ e dal network di laboratori la scoperta e la caratterizzazione del virus della Sars.
>> https://www.epicentro.iss.it/focus/sars/comunicato-16

Per i dispositivi digitali mobili attiva la rotazione automatica o vai alla versione responsive [Mappa interattiva]

Incorporamento (embed iframe) Monitoraggio: Licenza: CC-BY-4.0 –
Editore/Autore del dataset: Dipartimento della Protezione Civile
Temi del dataset: Salute umana e sicurezza – Human health and safety (Inspire)
Categoria ISO 19115: Salute
Dati forniti dal Ministero della Salute
Elaborazione e gestione dati a cura del Dipartimento della Protezione Civile

🎥#elettritv💻📲 ISS Istituto Superiore Sanita’ Pubblica #italia
I #coronavirus umani conosciuti ad oggi, comuni in tutto il mondo, sono sette, alcuni identificati diversi anni fa (i primi a metà degli anni Sessanta) e alcuni identificati nel nuovo millennio.

Coronavirus umani comuni (Possono causare raffreddori comuni ma anche gravi infezioni del tratto respiratorio inferiore. Virus e malattia https://tinyurl.com/rqn789a )
1 – 229E (coronavirus alpha) HCoV-229E
https://en.wikipedia.org/wiki/Human_coronavirus_229E
2 – NL63 (coronavirus alpha) HCoV-NL63
https://en.wikipedia.org/wiki/Human_coronavirus_NL63
3 – OC43 (coronavirus beta) HCoV-OC43
https://en.wikipedia.org/wiki/Human_coronavirus_OC43
4 – HKU1 (coronavirus beta) HcoV-HKU1
https://en.wikipedia.org/wiki/Human_coronavirus_HKU1

Altri coronavirus umani
5 – MERS-CoV (il coronavirus beta che causa la Middle East respiratory syndrome)
6 – SARS-CoV (il coronavirus beta che causa la Severe acute respiratory syndrome)
7 – SARS-CoV-2 (il coronavirus che causa la COVID-19)

[FONTE]😷 ::\⚡/>> https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/cosa-sono

Report Istituto Superiore Sanita’ Pubblica: Analisi Coronavirus “Su 355 cartelle cliniche solo 3 morti di covid-19 senza altre patologie”
>> http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Coronavirus-Iss

Archivio OMS Organizzazione Mondiale Sanita’
>> SARS coronavirus sindrome respiratoria acuta severa https://www.who.int/csr/don/archive/disease/severe_acute_respiratory_syndrome/en/
MERS-COV coronavirus sindrome respiratoria medio oriente
>> https://www.who.int/csr/don/archive/disease/coronavirus_infections/en/
H1N1 influenza suina pandemia
>> https://www.who.int/csr/disease/swineflu/updates/en/

I ricercatori dell’Istituto Scientifico Eugenio Medea e dell’Università degli Studi di Milano forniscono un excursus della letteratura scientifica sull’evoluzione dei coronavirus umani dalla pubblicazione Trends in Microbiology anno 2016.
SARS-CoV ed il MERS-CoV appartengono alla famiglia dei coronavirus. Esistono altri coronavirus meno noti che infettano l’uomo (HcoV-NL63, HcoV-HKU1, HcoV-229E e HcoV-OC43)
Per quanto riguarda i 6 virus che infettano anche l’uomo, essi sono apparsi nel corso degli ultimi 1000 anni.
>> https://www.lescienze.it/lanci/2016/10/13/news/irccs_e_medea_l_eccezionale_plasticita_genomica_dei_coronavirus_umani-3270515/

🎥#elettritv💻📲 #Coronavirus: come si è arrivati alla sperimentazione del farmaco Clorochina. ISS Istituto Superiore Sanità Pubblica 18/2/2020
I primi risultati della sperimentazione clinica con clorochina, avviata nelle scorse settimane dal Chinese Clinical Trial Registry, sembrano incoraggianti. La clorochina è un antimalarico dimostratosi efficace in vitro e su modelli animali contro numerosi virus tra cui il coronavirus della SARS. L’idea di usare la clorochina contro il coronavirus della SARS fu lanciata nel 2003 da Andrea Savarino, ora ricercatore dell’Istituto Superiore di Sanità. Per approfondire leggi il Primo Piano dell’ISS che ripercorre la storia dall’utilizzo di questo farmaco contro il coronavirus della SARS ad oggi.
>> ISS link https://tinyurl.com/wjfsgvh
>> https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/aggiornamenti

🎥#elettritv💻📲 Emergency mette a disposizione della Sanita’ Pubblica italiana le competenze di gestione dei malati in caso di epidemie, maturate in Sierra Leone nel 2014 e 2015 durante l’epidemia di Ebola.
Negli ambulatori in Italia, Emergency ha un protocollo di triage che permette di individuare pazienti con sintomi compatibili con il coronavirus 2019-nCoV o SARS-CoV-2, di informarli e indirizzarli ai servizi competenti in un’ottica di tutela della salute pubblica. Sopratutto per i pazienti che appartengono alle fasce più vulnerabili della popolazione – migranti, senza tetto, Rom.

🎥#elettritv💻📲 17 marzo 2020 #CORONAVIRUS – DECRETO “CURA ITALIA” In G.U. n. 70 del 17 marzo 2020 è pubblicato il Decreto-Legge 17 marzo 2020, n. 18: Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.
Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – Parte del Provvedimento – formato .pdf (portable document format) [TESTO]
>> https://www.gazzettaufficiale.it/do/atto/DECRETO_”CURA ITALIA”_In G.U._n._70_del_17_marzo_2020

🎥#elettritv💻📲 Heberon Alfa R, L’interferone alpha-2B antitumorale, un farmaco gia’ usato per la SARS nel 2002 e la MERS nel 2012 fa parte dei protocolli del Ministero della sanità pubblica (Minsap) della Repubblica Cubana per arginare il virus COVID-19 #coronavirus. Cuba ha fornito questo farmaco, prodotto con tecnologia cubana dalla Biocubafarma https://www.biocubafarma.cu/ viene distribuito attraverso la joint venture Changchun Heber Biological Technology, con sede a Jilin in Cina.
Attualmente è usato nel personale vulnerabile e sanitario come misura preventiva, così come nei pazienti che hanno contratto il Covid-19 sotto forma di nebulizzazione, poiché è un percorso rapido per raggiungere i polmoni e agire nelle prime fasi dell’infezione.
>> http://www.granma.cu/cuba-covid-19/2020-03-13/biocubafarma-y-la-covid-19-tenemos-el-interferon-que-equivaldria-a-tratar-en-cuba-a-todos-los-infectados-en-china
Il Sindaco cileno “Alcalde” comunista che ha diffuso la notizia del farmaco
>> https://mobile.twitter.com/danieljadue/status/1239563763889713152
>> https://www.telesurtv.net/news/alcalde-chileno-importara-medicamento-cubano-coronavirus
Notizia diffusa dalla Banda Bassotti su Facebook in Italia
>> https://m.facebook.com/bandabassottiband/photos/sindaco comunista cileno farmaco coronavirus

🎥#elettritv📲💻 53 infermieri e medici cubani in arrivo sabato 21/03/2020 in supporto per l’emergenza #Covid19 al presidio sanitario pubblico di #Crema #RegioneLombardia lo ha annunciato in conferenza stampa Giulio Gallera, [VIDEO min 2.46] dopo la mediazione tra l’Ambascita cubana in italia e il Ministero degli affari esteri italiano.
>> http://www.ansa.it/sito/videogallery/italia/2020/03/19/coronavirus-gallera-a-bergamo-si-parte-arrivano-medici-da-cuba
Arrivati nel pomeriggio del 22 Marzo 2020 a #Malpensa in #Lombardia i 52 medici ed infermieri cubani per supportare l’emergenza #coronavirus, lo ha pubblicato sul proprio profilo Facebook José Carlos Rodriguez Ruiz ambasciatore della Repubblica cubana in Italia.
[VIDEO]
Canal Caribe TV di Stato cubana [VIDEO]
>> http://www.canalcaribe.icrt.cu/llegara-a-italia-brigada-medica-cubana-para-ayudar-a-combatir-covid-19/
Tratto dal Post fb “Cuba si, Yankee no!” della Banda Bassotti
Saluti tra gli Applausi dall’aeroporto José Martin di #Cuba [VIDEO] Associazione Nazionale Italia-Cuba
N.B. Errore dell’Agenzia Stampa Associata Ansa che ha cancellato il video ripreso dalle testate giornalistiche italiane.
Granma organo ufficiale del Partito Comunista Cubano, L’Abana 22 Marzo 2020
>> http://it.granma.cu/cuba/2020-03-20/cuba-ha-annunciato-linvio-di-una-brigata-medica-in-missione-solidaria-in-italia
>> http://it.granma.cu/cuba/2020-03-19/e-morto-il-paziente-italiano-diagnosticato-con-il-covid-19-e-il-minsap-ha-notificato-tre-nuovi-casi-in-cuba

]😷::\⚡/>> http://www.elettrisonanti.net/2019/07/01/gino-done-el-italiano-che-salvo-che-guevara/

🎥#elettritv📲💻 Aiuti per l’#ITALIA dall’ #AFRICA [VIDEO min 1.36] in arrivo Mascherine anti #Coronavirus lo dice David Molosankwe titolare dell’azienda che produce mascherine U-Masck in #SudAfrica nel reportage della Televisione Svizzera Italiana RSI. (Di Lorenzo Simoncelli , RSI News https://www.facebook.com/lorenzo.simoncelli )
[VIDEO] >> https://www.rsi.ch/play/tv/rsi-news/video/aiuti-made-in-africa
U-Mask, nata e operante in Sud Africa, ha donato 30’000 mascherine alla Cina, sta lavorando 7 giorni su 7 per il resto del mondo. Per far fronte all’incremento di produzione è stato assunto nuovo personale: tutte donne provenienti da una baraccopoli di #Pretoria.

[Fai copia e incolla de link se non si apre]😷 ::\⚡/>> https://www.tvsvizzera.it/tvs/mascherine-dal-sudafrica_il-coronavirus-che-ha-capovolto-la-storia/45620606
>> http://www.greenreport.it/news/economia-ecologica/il-coronavirus-sta-gia-cambiando-il-mondo-lafrica-in-aiuto-di-europa-e-cina/

🎥#elettritv📲💻 Con amore dalla #Russia ❤ per l’#Italia è scritto sui pacchi [VIDEO] degli aiuti umanitari sanitari invitati dall’ex Unione Sovietica, scaricati a Pratica di mare dagli aerei civili cargo da trasporto Ilyushin Il-76 di fabbricazione sovietica in servizio dal 1973. https://it.m.wikipedia.org/wiki/Ilyushin_Il-76
«Russian military’s Il-76 transport planes with medical specialists and aid on board landed on Sunday evening at Pratica di Mare air base near Rome to help Italy in the fight against the coronavirus outbreak. Italian Foreign Minister Luigi Di Maio welcomed the Russian medical professionals at the air base. “I want to thank you in the name of the Italian Republic for help and bringing supplies. We will always be grateful to the Russian Federation for solidarity and friendship which it demonstrated,” Di Maio said. »
>> https://ruptly.tv/en/videos
]😷::\⚡/>> https://ruptly.tv/en/videos
Lo riporta anche Russia 24 TV di Stato [VIDEO]

Arrivati anche personale specializzato in campo medico epidemiologico, esperti di prevenzione in casi di conflitto batteriologico, attivi già in altre parti del mondo in passato per le epidemie del virus dell’Ebola e H1n1 influenza suina. [Fonte] agenzia stampa askanews. >> http://www.askanews.it/video/2020/03/23/coronavirus-sono-in-italia-i-mezzi-e-gli-specialisti-di-putin/
La solidarietà russa all’Italia è senza secondi fini. Parola di Mosca. Intervista esclusiva di Marta Allevato
agenzia AGI all’ambasciatore di Mosca in Italia, Sergey Razov, sugli aiuti russi arrivati in Italia per fronteggiare l’emergenza Covid-19
>> https://www.agi.it/2020-03-24/coronavirus-aiuti-russi-italia
In aumento i casi di #Coronavirus in Russia
>> https://www.repubblica.it/esteri/2020/03/25/news/coronavirus_russia_163_nuovi_casi_triplicati_in_24_ore
#meglioacasa si legge sull’icona Vk del banner della pagina principale di ogni account Vkontakte la piu’ numerosa rete sociale, social network d’Europa, che rimanda al messaggio: “Rimanete a casa!”
“Lavati le mani, evitate i luoghi affollati e se possibile restate a casa. Ie cose più importanti su COVID-19”
>> https://vk.com/@team-vs-coronavirus-en

🎥#elettritv💻📲 #Coronavirus l’#ONU CHIAMA PER UN IMMEDIATO CESSATE IL FUOCO IN TUTTI GLI ANGOLI DEL MONDO #UN #UnitedNation #NazioniUnite

7:23 PM – Mar 23, 2020 ]😷 ::\⚡/>> https://twitter.com/antonioguterres/status/1242155073981087744

That is why today, I am calling for an IMMEDIATE global CESARFIRE in ALL CORNERS of the WORLD.
It is time to put armed conflict on lockdown and focus together on the true fight of our lives.

To warring parties, I say:
Pull back from hostilities.
Put aside mistrust and animosity.
Silence the guns; stop the artillery; end the airstrikes.
This is crucial…
To help create corridors for life-saving aid.
To open precious windows for diplomacy.
To bring hope to places among the most vulnerable to COVID-19
>> https://www.un.org/en/un-coronavirus-communications-team/fury-virus-illustrates-folly-war
>> https://news.un.org/en/story/2020/03/1059972

🎥#elettritv💻📲 Gerardo D’Amico di RaiNews24 ha intervistato il professor Enrico Bucci della Sbarro Temple University di Filadelfia, negli Stati Uniti, che svela la bufala sul video del Tg Leonardo del 2015 sulla Sars prodotta in laboratorio in #Cina.
Si ha la certezza scientifica che il #Coronavirus SARS-CoV-2 o 2019-nCoV non sia stato prodotto in laboratorio, la prova è l’evoluzione del dna del virus secondo la teoria darwiniana, che in questo caso proviene in origine dai pipistrelli contenitori naturali del virus in #Cina e che attraverso il salto di specie si adatta all’uomo.
]😷::\⚡/>> http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Bucci-video-2015-non-ha-alcun-legame-con-Covid-19

I pipistrelli sono mammiferi placentati che costituiscono 1/4 delle specie mammifere sulla terra, alcune teorie indicano l’evoluzione dei pipistrelli dai primati. Il virus dell’Ebola isolato e studiato, proviene dai Pipistrelli della frutta in #Africa. I pipistrelli sono anche riconosciuti come il serbatoio naturale di oltre 100 altri virus tra cui MERS, il virus Ebola, il virus Marburg, il virus Hendra, il virus della Rabbia e il virus Nipah, per citarne alcuni.
>> http://www.salute.gov.it/C_17_pagineAree_3943_pipistrelli_coronavirus.pdf
>> https://www.iss.it/primo-piano/pipistrelli-coronavirus
>> https://www.academia.edu/458843/Fruit_Bats_As_Reservoirs_of_Ebola_Virus
>> https://it.m.wikipedia.org/wiki/Primates

Una soluzione per arginare la diffusione del salto di specie di questi Coronavirus del mondo animale, sarebbe non mangiare o vietare il consumo di carne di pipistrelli in tutto il mondo.

🎥#elettritv💻📲 #Coronavirus: il particolato atmosferico accelera la diffusione dell’infezione. Alte concentrazioni di polveri fini a febbraio in #PianuraPadana hanno esercitato un’accelerazione anomala alla diffusione virulenta dell’epidemia e’ l’ipotesi di analisi sulla diffusione del #CORONAVIRUS sarsCoV-2 o COVID-19 (2019-nCoV) in #Italia in relazione ai superamenti dei limiti di PM10 e PM2,5 nanoparticelle nel particolato atmosferico.
Studio dell’Università degli Studi di #Bari, dell’Università di #Bologna Unibo insieme alla Societa’ Italiana di Medicina Ambientale Sima onlus di #Milano.

]😷::\⚡/>> http://www.simaonlus.it/wpsima/wp-content/uploads/2020/03/COVID19_Position-Paper_Relazione-circa-l’effetto-dell’inquinamento-da-particolato-atmosferico-e-la-diffusione-di-virus-nella-popolazione.pdf
>> https://magazine.unibo.it/archivio/2020/03/19/coronavirus-il-particolato-atmosferico-accelera-la-diffusione-dellinfezione

Antonietta Gatti è una fisica, tra i maggiori esperti di tossicità delle nanoparticelle a livello internazionale – intervistata dall’agenzia stampa AGI agenzia italia –
Dottoressa, l’inquinamento dell’aria è un vettore di trasmissione che può favorire la diffusione di un virus?
“L’aria è piena di polveri come ben sappiamo dai valori delle centraline dell’ARPA e i limiti di legge sono ripetutamente superati anche molto abbondantemente. Quelle controllate sono polveri di dimensione 10-2,5 micron, ma ci sono anche polveri ben sotto il micron: Polveri che hanno dimensioni comparabili con quelle di un virus. Una interazione non è solo possibile, ma è probabile. La creazione di un’entità organica-inorganica, una volta nel corpo umano, non è facilmente debellabile. Questa interazione può capitare anche dentro gli alveoli già pieni di polveri. Su questi substrati il virus può replicarsi facilmente”.

>> https://www.agi.it/cronaca/news/2020-03-22/contagi-morti-lombardia-coronavirus-7761453

🎥#elettritv💻📲 #Coronavirus EMERGENCY: “Virus ci insegna che confini non esistono” ANSA https://tinyurl.com/yx4r3nme
Su richiesta della Regione Lombardia, #EMERGENCY ha iniziato a lavorare nella città di Bergamo, la zona più colpita dall’epidemia di Covid–19. Il team di EMERGENCY sarà composto da circa 20 persone tra medici, infermieri, fisioterapisti e logisti e gestirà direttamente il reparto di Terapia intensiva e sub-intensiva. Un team medico e logistico di EMERGENCY sta lavorando con AREU – Azienda Regionale Emergenza Urgenza – e la Sanità degli alpini per l’allestimento di un nuovo ospedale da campo completamente dedicato alla cura dei pazienti affetti da Covid–19. L’ospedale, che sarà allestito nella fiera di Bergamo, dovrebbe essere completamente operativo a partire dalla prossima settimana.
EMERGENCY sta collaborando alla progettazione della nuova struttura, mettendo a disposizione la sua esperienza nella gestione di epidemie, maturate in Sierra Leone nel 2014 e 2015 durante l’epidemia di Ebola, per proteggere il personale dal contagio.
]😷::\⚡/>> https://www.emergency.it/comunicati-stampa/covid-19-emergency-a-bergamo-per-il-nuovo-ospedale-in-fiera/

L’Ospedale Pubblico temporaneo allestito alla Fiera di Bergamo avra’ 150 posti letto con rianimazione e una equipe di medici e infermieri di Emergency e della Federazione Russa lavoreranno con il supporto dell’associazione ANA di Protezione civile degli Alpini, coordinati dal personale dell’Ospedale.
[VIDEO] Dipartimento Protezione Civile https://www.facebook.com/DPCgov/videos/145342900198259

🎥#elettritv💻📲 Il 24 Marzo 2020 il Ministero delle Pari Opportunita’ ha messo a disposizionione il numero 1522 gestito dal Telefono Rosa – Pagina Ufficiale e una chat anonima per l’ emergenza #coronavirus nell’accogliere delle DONNE VITTIME DI VIOLENZA domestica.

]😷::\⚡/>> https://www.telefonorosa.it/gestore-1522

REFERENTI REGIONALI
>> https://www.1522.eu/referenti-regionali/

🎥#elettritv📲💻 Una richiesta di aiuto. Una raccolta di fondi. Serve a evitare il baratro in cui le misure adottare per contrastare l’emergenza influenza #cronavirus covid-19 hanno gettato la comunita’ Rom e Sinti della Città metropolitana di Roma Capitale.
Vigili e poliziotti controllano che nessuno esca o entri dai campi e solo una persona per famiglia può andare a fare la spesa. Ma con che soldi? I rom vivono di piccoli commerci, della raccolta di materiali, di elemosina: ora non hanno più nulla. E nessuno si cura di sapere in che condizioni igieniche vivono dentro il recinto. Segregarli serve solo ai non rom, li cancella dalla vista.
L’associazione «Cittadinanza e minoranze» da anni lavora per aiutare la comunita’ Rom e Sinti della Citta’ metropolitana di Roma ha lanciato l’appello raccolta da Anna Pizzo sull’articolo del il manifesto – quotidiano comunista.
Chi vuole, può versare sul conto bancario dell’associazione il cui Iban è: IT50V0538703241000035100781
Inserendo nella causale “donazione per i Rom” e il proprio indirizzo di posta elettronica per potervi inviare il resoconto di quanto raccoglieranno e di come impiegherannoo il danaro raccolto. L’importo dei versamenti potrà essere portato in detrazione nella dichiarazione dei redditi allegando copia dell’attestazione del bonifico.
>> http://www.cittadinanzaeminoranze.it/coronavirus-nei-campi-un-dramma/
Associazione che si occupa di emergenza abitativa Rom e Sinti nella Citta’ metropolitana di Roma
>> https://www.21luglio.org/cosa-facciamo/ricerca/

🎥#elettritv📲💻 La rete dei volontari dei #centrisociali si mobilita’ nei quartieri di #Roma per fronteggiare l’emergenza Influenza #covid19:
“Oggi 100 pasti caldi distribuiti, oltre 200 i destinatari in ogni quartiere del municipio, 30 volontari/e attivati/e tra organizzazione, preparazione e consegna, diversi esercenti, sempre in aumento, hanno donato cibi pronti e da cucinare.
Da oggi, il Municipio Solidale, consegnando pasti pronti e pacchi alimentari, è ancora più presente e al fianco di chi si trova in situazioni di difficoltà, sempre più complesse.
Avanti così finchè ce ne sarà bisogno.
Tutti per uno, uno per tutti!
Nessun Dorma, Casetta Rossa Spa Spazio pubblico autogestito Csoa La Strada, Acrobax, Rete Roma Sud.

]😷::\⚡/>> da Radio Anticorpi https://www.facebook.com/RadioAnticorpi/posts/122885762659782
>> https://roma.repubblica.it/cronaca/2020/03/30/news/coronavirus_casetta_rossa_pasti_sospesi_per_i_poveri-252693172

🎥#elettritv📲💻 #Coronavirus un Caccia F35 costa quanto 7.113 ventilatori polmonari: Comunicato della Campagna Sbilanciamoci!, la Rete della Pace e la Rete Italiana per il Disarmo chiedono l’immediato blocco in tutte le fabbriche che producono sistemi d’arma.
Chiudere subito lo stabilimento degli F-35 e tutti gli impianti delle produzioni militari.
Lo chiedono Sbilanciamoci!, Rete della Pace e Rete Italiana per il Disarmo all’indomani del Decreto che ha ulteriormente ridotto le attività produttive in Italia a causa del coronavirus.
Il DPCM del governo entrato in vigore il 23 marzo esclude dal blocco delle attività produttive le fabbriche che realizzano sistemi d’arma e tra questi lo stabilimento di Cameri dove vengono assemblati i cacciabombardieri F-35. Il settore industriale ”aerospazio e della difesa” è stato infatti incluso tra le categorie delle attività strategiche e dei servizi essenziali.
È incomprensibile come sia considerato “strategico” e necessario continuare a far montare un’ala ad un cacciabombardiere o un cingolo ad un carro armato, con il rischio di far contagiare i lavoratori addetti a queste attività. Riteniamo inaccettabile chiedere ai lavoratori un sacrificio così alto per una produzione che, oggi, non ha nulla di strategico ed impellente e costituisce solamente un favore all’industria bellica e al business del commercio di armamenti.
Non è in questione il funzionamento operativo del settore della Difesa nazionale in questo momento così delicato, funzionamento che deve essere sempre garantito nei limiti e nelle forme previste dalla nostra Costituzione e del nostro ordinamento.
Il tema è perché si debbano tenere aperte fabbriche – in cui i lavoratori rischiano ogni giorno il contagio – che producono armi di cui oggi non abbiamo nessuna necessità, o che vengono vendute ad altri Paesi o – come nel caso degli F35 – che fanno parte di un Programma a lungo termine e che potrebbe senza problemi prendersi una pausa di qualche settimana (anche se va ricordato come le nostre organizzazioni da anni ne chiedano la chiusura a causa degli enormi costi, dei problemi tecnici e ritardi e dell’inutilità rispetto ad altri investimenti).
Per questo motivo chiediamo al Governo di rivedere subito l’elenco dei settori produttivi esclusi dal blocco, fermando il lavoro in tutte le fabbriche che producono sistemi d’arma, con la sola eccezione di quegli stabilimenti in grado di riconvertire la produzione di macchinari e forniture per rispondere ai bisogni del servizio del sistema sanitario.
L’industria bellica non è un settore essenziale e strategico: questa può essere l’occasione per un ripensamento e una riconversione necessaria (in primo luogo verso produzioni sanitarie).
Roma, 23 marzo 2020

>> https://www.retedellapace.it/2020/03/coronavirus-chiudere-gli-impianti-delle-produzioni-militari/

Dal 30 Marzo è ripartita nello stabilimento di Cameri la produzione dei cacciabombardieri F35.
Nonostante le richieste di questi ultimi giorni delle nostre campagne e reti, da associazioni e organizzazioni della società civile il gruppo Leonardo ha deciso – sfruttando il consenso preventivo e “in bianco” ottenuto dal governo – di riaprire lo stabilimento di assemblaggio e certificazione finale in provincia di Novara, con circa 200 operai presenti.

>> http://sbilanciamoci.info/riparte-la-produzione-degli-f35-una-decisione-inaccettabile-sula-pelle-dei-lavoratori/
>> https://www.disarmo.org/

🎥#elettritv📲💻 #INPS Guida all’uso del Servizio per richiedere l’Indennità #Coronavirus COVID-19 (Bonus 600 euro) previsto nel Decreto CURA ITALIA a partire dal 1 aprile 2020.
Domande di Prestazioni a sostegno del reddito
Indennità COVID– 19 per:
• Professionisti con partita IVA e lavoratori con
rapporto di collaborazione coordinata e continuativa;
• Lavoratori autonomi iscritti alla Gestione speciali dell’AGO;
• Lavoratori del turismo e degli stabilimenti termali;
• Lavoratori agricoli operai a tempo determinato;
• Lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni dei lavoratori dello spettacolo.
>> https://www.inps.it/docallegatiNP/Mig/InpsComunica/Tutorial_Domanda_Indennita_COVID-19.pdf
>> https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=53539

Puoi fare la richiesta di indennita’ autenticandoti dal link sotto con i senguenti modi:
PIN: Codice fiscale e PIN
SPID: è il sistema di accesso con un’identità digitale unica, per i servizi della Pubblica Amministrazione e dei privati accreditati.
CIE: Se hai la nuova Carta di identità elettronica 3.0 per la Pubblica amministrazione.
CNS: La Carta Nazionale dei Servizi o CNS è una smart card o una chiavetta USB che contiene un “certificato digitale” di autenticazione personale, per la Pubblica amministrazione.

[Clicca qui per la richiesta] https://serviziweb2.inps.it/PassiWeb/jsp/login.jsp?uri=https%3A%2F%2Fserviziweb2.inps.it%2FIndCovidWeb%2FanagraficaIndCovid.do%3Fmethod%3DpresenzaDomandePrecedenti_IndCovid%26idNav%3DAA_02%26S%3DS&S=S

[ Nb: se non si aprono i link dell’INPS fai copia e incolla dell’intero link su un browser, es: Chrome o Mozilla Firefox https://it.wikipedia.org/wiki/Browser ]

Directory da seguire sul sito dell’INPS / Home/ Prestazioni e Servizi / Autenticazione

🎥#elettritv📲💻 Nuovo Ospedale alla Fiera di #Bergamo, EMERGENCY gestira’ la terapia intensiva: Abbiamo lavorato insieme alla Direzione sanitaria dell’Ospedale Pubblico ASST di Bergamo, ad AREU (Azienda Regionale Emergenza Urgenza), alla Protezione Civile, all’Associazione Nazionale Alpini, ai volontari della Confartigianato Bergamo e a tutti i volontari che hanno contribuito. Tutti all’opera senza sosta con un unico obiettivo in testa: curare persone, salvare vite.

Gino Strada intervistato a Che tempo che fa nella puntata del 29 marzo 2020 sottolinea che la Sanita’ dello Stato puo’ e deve essere solamente Pubblica e gratuita, non a caso nelle Regioni italiane dove si e’ investito di piu’ sulla Sanita’ privata invece che sulla Sanita’ Pubblica ci troviamo nei casi di mortalita’ piu’ alta – lo dice in riferimento all’infezione influenzale 2019nCov Sars-Cov2 #Coronavirus – la Sanita’ privata non ha senso, perche’ non si puo’ fare profitto sulla sofferenza degli altri. [VIDEO dal minuto 5:00 ] RaiPlay Rai2
https://www.raiplay.it/video/2020/03/che-tempo-che-fara-gino-strada

EMERGENCY [VIDEO] si sta occupando per l’emergenza influenza covid-19 di monitorare i centri di accoglienza, dormitori per senza tetto, strutture per minori non accompagnati nel comune metropolitano di #Milano #Lombardia #pianurapadana #italia
A Brescia EMERGENCY sta lavorando con la Direzione sanitaria dell’Ospedale Pubblico per proteggere il personale sanitario e l’ospedale dal contagio.

Portando l’esperienza maturata nella gestione di Ebola in Sierra Leone (2014-2015), un nostro team sanitario e logistico ha predisposto un piano per ridurre al minimo i rischi di infezione per operatori sanitari e non.

>> https://www.emergency.it/progetti/risposta-covid-bergamo-brescia-ospedali

[ D O N A ] per contribuire a fermare l’emergenza epidemia influenza #Coronavirus #Covid19 o Sar-Cov2 in #Italia e per i progetti EMERGENCY nel Mondo, lo puoi fare in modo facile e sicuro sul sito ufficiale di #EMERGENCY da questo link ]😷::\⚡/>>
https://sostieni.emergency.it/donazione-regolare

🎥#elettritv📲💻 Ce la puoi fare, con solo ACQUA E FARINA e un po’ d’amore puoi fare tanti tipi di pasta e le pagnotte di pane, pane azimo, arabo [VIDEO], focaccia, pizza, pizza fritta napoletana, le piadine e le creep, per cucinarli e’ semplice, basta impastare la farina e l’acqua con le mani, 1 kg di farina costa circa 40/50 centesimi di euro, se puoi evita quella ogm delle multinazionali, riuscirai a sopravvivere o magari a fare felice il tuo bambino. Se non hai il gas perche’ hai finito i soldi per pagare la bolletta e hai un camino, il barbeque o nel giardino del parco puoi usare quello, trova una piastra di ghisa o di ferro appoggiala sopra a dei mattoni, sassi, tre piedi in ferro, sotto metti i carboni ardenti o legna secche che puoi raccogliere sotto gli alberi, lascia qualche centimetro per il passaggio dell’aria e usa la piastra come piano per le pentole, puoi cuocere la pasta del pane anche su una pietra arroventata come facevano gia’ dalla preistoria. Se ti hanno staccato il contatore dell’acqua, puoi prenderla in qualsiesi fontana pubblica, anche monumentale e’ un tuo diritto universale.
Se non hai la farina la puoi ricavare macinando molti tipi di cereali, li puoi tritare con il frullatore o meglio con un macina cereali a mano a pietra, anche sfregando i cereali direttamente tra due pietre manualmente
Come fare il pane a casa in modo semplice [VIDEO]
Come fare il pane senza lievito [VIDEO] ingredienti Acqua e Farina
Qui puoi trovare tante ricette fatte a casa [VIDEO]
Come puoi costruire un macina cereali [Fondo pagina]

Trasforma il tuo terrazzo o giardino in un Orto. Ogni ortaggio che compri o prendi da una pianta ha dei semi, prova a piantarli. Comincia a pensare che quasi ogni albero puo’ donare in modo gratuito un frutto o un fiore commestibile.
Come fare un semensaio in balcone [VIDEO]
Impara a riconosce le piante commestibili che crescono al parco e lungo i fiumi, stando attento che non siano stati disinfestati con prodotti chimici nocivi per la salute, lavale bene prima di consumarle, falle bollire. Chiedilo a una nonna. Puoi approvigionarti anche nelle proprieta’ abbandonate, in quelle prive di recinzione puoi prendere tutto cio’ che e’ selvatico, stando attento ad non arrecare nessun danno, anche per la propria salute. Le proteine le puoi trovare nei legumi, noci, nocciole pinoli, nel latte e nelle uova.
La fauna selvatica italiana costituisce patrimonio indisponibile dello Stato.
Codice Civile Art. 826 Patrimonio dello Stato
Codice Civile Art. 820 Frutti naturali e frutti civili
Codice Civile Art. 822 Demanio pubblico
La Raccolta della flora selvatica e’ regolata dalle Regioni dai Comuni e gli enti gestori dei parchi
Come riconoscere e raccogliere le piante spontanee [VIDEO]

Costituzione Art. 3 «È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale
del Paese»
>> https://www.quirinale.it/costituzione

>> http://www.elettrisonanti.net/2020/04/06/coronavirus-come-puoi-sopravvivere-con-pochi-soldi-in-condizioni-estreme

🎥#elettritv📲💻 Report sulle caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 o SARS-Cov2 in Italia. Aggiornamento del 3 aprile 2020. L’analisi si basa su un campione di 12.550 pazienti deceduti e positivi a COVID-19 in Italia. L’Istituto Superiore della Sanita’ Pubblica ISS ha analizzato un campione di 1102 cartelle cliniche di pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia, dati ISTAT, complessivamente, 31 pazienti (2,8% del campione) presentavano 0 patologie, 243 (22,1%) presentavano 1 patologia, 263 presentavano 2 patologie (23,9%) e 565 (51,3%) presentavano 3 o più patologie.
Per patologie si intende anche altre malattie pregresse oltre al virus COVID-19 o SARS-COV2.
Le patologie più comuni osservate nei pazienti deceduti a seguito di infezione da COVID-2019 sono state:
Ipertensione arteriosa 72%
Cardiopatia ischemica 27.4%
Fibrillazione atriale 22,6%
Diabete mellito 31,5%
Insufficienza renale cronica 23,5%
Cancro attivo negli ultimi 5 anni 17,1%
Demenza 15,7%
BPCO 15,3%
Ictus 11,5%
Epatopatia cronica 4,1%
>> https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/bollettino/Report-COVID-2019_2_aprile.pdf
>> https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/sars-cov-2-decessi-italia

Report ISS Istituto Superiore Sanita’ Pubblica 18 marzo 2020
>> https://www.iss.it/web/guest/primo-piano/-/asset_publisher/o4oGR9qmvUz9/content/id/5304852
>> https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/bollettino/Report-COVID-2019_17_marzo-v2.pdf

Report Sorveglianza della mortalità giornaliera (Sismg)
>> http://www.salute.gov.it/portale/caldo/dettaglioContenutiCaldo.jsp?lingua=italiano&id=4547&area=emergenzaCaldo&menu=vuoto
>> http://www.salute.gov.it/portale/caldo/SISMG_sintesi_ULTIMO.pdf
Andamento della Mortalità Giornaliera (SiSMG) nelle città italiane in relazione all’epidemia di Covid-19. Report 1 Febbraio – 21 Marzo 2020. I dati dell’andamento della mortalità giornaliera nelle diverse città mostrano incrementi significativi in alcune città del nord, in particolare nelle 2 città lombarde incluse nella sorveglianza Milano (incremento +36% mortalità), Brescia (incremento +88%). Un eccesso significativo si osserva anche a Bolzano (incremento +34%), a Torino (+16%) e Genova (+38%). Tra le città del centro-sud, dove i primi casi sono stati registrati con diversi giorni di latenza rispetto al nord, si osserva un incremento della mortalità giornaliera a Perugia, Civitavecchia, Roma e a Potenza tra il 16 e il 18 marzo, soprattutto nelle classi di età più anziane.
>> https://repo.epiprev.it/index.php/2020/03/30/andamento-della-mortalita-giornaliera-sismg-nelle-citta-italiane-in-relazione-allepidemia-di-covid-19-report-1-febbraio-21-marzo-2020/

>> https://www.epicentro.iss.it/influenza/stagione-in-corso

Report ISTAT Bilancio demografico 2018 in Italia. La stima e’ circa 600.000 decessi annui 1.600 al giorno a fronte di circa 500.000 1.300 nascite al giorno.
>> https://www.istat.it/it/files/2019/07/Statistica-report-Bilancio-demografico-2018.pdf
>> https://www.istat.it/it/archivio/226919

🎥#elettritv📲💻 Gino Strada: “La nostra politica ritiene che le fabbriche di armi siano essenziali perché sono ancora tutte aperte. È un crimine sociale!” dall’intervista a La 7 2/4/2020
EMERGENCY #Emergency
]😷::\⚡/>> https://www.la7.it/piazzapulita/video/coronavirus-gino-strada-fabbriche-di-armi-ancora-aperte-e-un-crimine-sociale-02-04-2020-317323

🎥#elettritv📲💻 #Coronavirus Le Lavoratrici Sessuali “non possono accedere alle prestazioni sociali istituite come misure di emergenza dal Governo dopo il Dpcm ‘Io resto a casa'”; Oggi come ieri “abbandonate dalla politica e senza tutele per il mancato riconoscimento della professione di ‘lavoratrice sessuale'”, adesso “sull’orlo del baratro di una povertà estrema

📢 COMUNICATO SOLIDARIETA’ NESSUNA DA SOLA PER L’EMERGENZA:

La pandemia COVID-19 sta influendo drammaticamente sulle vite di chi fa lavoro sessuale.
La maggior parte delle e dei sex worker non è in grado di accedere alle prestazioni sociali istituite come misure di emergenza dal Governo. È un momento di disperazione e di paura: molte delle giovani sex worker donne e persone trans sono migranti, sole e senza una rete familiare a cui far riferimento; molte altre sono madri e con il loro lavoro sostengono tutta la famiglia.
In queste settimane e sempre di più nelle prossime, l’emergenza che stiamo vivendo sta spingendo sull’orlo del baratro molte/i di loro, dando origine a situazioni di disagio e povertà sempre più gravi. E sarà sempre peggio. Vi sono persone dedite ad attività di prostituzione in forma libera, concordata o costretta, già in condizioni di vulnerabilità umana e sociale, e che oggi rischiano di precipitare in condizioni di povertà estrema. Condizioni di necessità che potrebbero costringerle a lavorare, violando le regole, esponendosi alle relative conseguenze penali e ai rischi per la propria salute e quella collettiva.

📢 COME VERRANNO DISTRIBUITE LE DONAZIONI:

La tua donazione che verrà addebitata andrà sul conto corrente dedicato e gestito dal COMITATO PER I DIRITTI CIVILI DELLE PROSTITUTE, associazione storica fondata nel 1982 a Prodenone da Pia Covre https://www.facebook.com/pia.covre/, Carla Corso e altre colleghe per difendere i diritti civili delle prostitute in Italia. Sulla loro pagina facebook potete leggere la loro Storia, le lotte intraprese come le battaglie legali contro le discriminazioni e gli abusi; l’impegno nella prevenzione per la salute. Il Comitato ha negli ultimi 20 anni ha accolto nei propri alloggi più di 200 donne e trans, migranti e italiane, che erano sfruttate e trafficate, dando a queste persone la possibilità di ricostruire le proprie vite e le concquiste.
Il Comitato distribuirà le donazioni attraverso la Rete composta da tutte queste associazioni e unità di strada che da anni sono al fianco delle sexworker a livello nazionale e costituiscono una vasta Piattaforma Nazionale attiva sul campo.
Le diverse associazioni raccoglieranno localmente, nei loro territori di competenza, i bisogni e le varie richieste di aiuto, valutandone l’urgenza e le necessità.
>> https://www.produzionidalbasso.com/project/covid19-nessuna-da-sola-solidarieta-immediata-alle-lavoratrici-sessuali-piu-colpite-dall-emergenza/

🎥#elettritv💻📲 #Coronavirus Lavoratori invisibili, sottoproletariato dimenticato, anche perché non esprime consenso elettorale.
Aboubakar Soumahoro, sindacalista di base, ha lanciato con alcuni compagni questa raccolta fondi. Aiuteranno tutte le persone che in questo momento sono in difficoltà. Braccianti, zappatori, lavoratori della terra che raccolgono cibo ma che hanno lo stomaco vuoto. Verranno acquistati presidi medici e sanitari per la sicurezza dei lavoratori della terra. Ad iniziare dalle mascherine.
Poi verranno acquistati cibo, alimenti e beni di prima necessità per tutti. E tutto quello che servirà per espletare il proprio lavoro e promuovere ogni diritto umano. I soldi saranno prelevati su un conto dedicato appositamente a questa raccolta fondi e saranno destinati interamente alle persone in difficoltà.
Loc. #TorrettaAntonacci #RignanoGarganico #Puglia

]😷::\⚡/>> https://www.gofundme.com/f/portiamo-il-cibo-in-tavola-ma-abbiamo-fame

“Portiamo il cibo a tavola ma abbiamo fame”

Campagna Braccianti ha organizzato questa raccolta fondi:

Siamo Paola, Abdul, Michele, Mamy, Patrizia e tanti altri braccianti invisibili, zappatori dimenticati e raccoglitori derelitti della frutta e della verdura che trovate sulle vostre tavole. Il nostro sudore è uno degli ingredienti della vostra dieta giornaliera. Ogni mattina ci alziamo all’alba, ci spacchiamo la schiena nei campi per tutto il giorno e torniamo la notte a dormire nei nostri tuguri, nelle nostre baracche e nei casolari fatiscenti.
Oggi, abbiamo bisogno di voi e della vostra generosità. Siamo degli esseri umani, con uno stomaco quasi sempre vuoto, e non solo braccia da sfruttare.
Nel mezzo di questa pestilenza mondiale -con il dramma quotidiano di contagi e la straziante strage silenziosa che ogni giorno ci porta via i cari senza poterli salutare e abbracciare – scopriamo che siamo tutti uguali e accomunati dalla stessa angoscia, paura, dolore e lutto.
Il denaro e la tecnologia avevano illuso l’umanità che era diventata invincibile, capace di padroneggiare lo spazio e di domare il tempo. Però, la morte, che bussa quotidianamente alle nostre porte distruggendo famiglie intere, ci ricorda che varchiamo il confine della vita, sia in entrata che in uscita, sempre soli e senza niente. Per questo, la vita umana rimane il dono più prezioso.
Ci dicono, giustamente e con ragione, di stare chiusi in casa per sconfiggere questo nemico invisibile. Ma se noi non usciamo non faremo mangiare tante persone tra cui i medici e infermieri in trincea. Lavoriamo senza guanti, senza mascherine e senza distanziamento. Per molti di noi non ci sono sussidi, congedi o cassa integrazione. Per noi ci sono solo gli stenti del duro lavoro e le malattie respiratorie, osteomuscolari, grastrointerinali. E ora anche il terrore del coronavirus.
Forse sono in questi momenti difficili, quando gli esseri umani si accorgono della propria fragilità, che diventa più facile guardare verso il basso, nei bassifondi dell’umanità, e udire il grido di dolore dei lavoratori della terra.
Ed è per questo che lanciamo oggi un appello affinché possiate farci una donazione che ci consentirà di portare cibo e diritti anche sulle nostre tavole.

🎥#elettritv💻📲 #Coronavirus Covid-19 o Sars-Cov2 EMERGENCY Poliambulatorio nel quartiere #Ponticelli e navetta Stazione centrale #Napoli a sostegno dei più vulnerabili, senza fissa dimora, nomadi rom, cittadini senza reddito. Infermieri [VIDEO] Vincenzo e Luca Metodo. Andrea Belfiore coordinatore di progetto poliambulatorio Napoli Ponticelli.

🎥#elettritv💻📲 #Coronavirus: calano in #Italia le emissioni di diossido di azoto.
Nuovi dati dal satellite Copernicus Sentinel-5P ESA lanciato nel 2017 dal cosmodromo di Plesetsk costruito nel 1957 in Unione Sovietica a nord di Mosca in Russia distretto ‘Oblast’ di Plesetsk, rivelano la diminuzione dell’inquinamento nell’aria, nello specifico le emissioni di diossido di azoto, sopra l’Italia. La riduzione è particolarmente visibile nell’Italia settentrionale che coincide con il blocco a livello nazionale per prevenire l’espandersi del Coronavirus Sars-Cov2 o Covid-19.
L’animazione mostra la fluttuazione delle emissioni di diossido di azoto in tutta Europa dal primo gennaio 2020 fino all’11 marzo 2020, utilizzando una media di spostamento di 10 giorni. Questi dati sono ottenuti grazie allo strumento Tropomi a bordo del satellite Copernicus Sentinel-5P che mappa una varietà di inquinanti dell’aria a livello globale.
Claus Zehner dell’ESA, responsabile di missione ESA per Copernicus Sentinel-5P, commenta: “La diminuzione delle emissioni di diossido di azoto sopra la Pianura Padana nell’Italia settentrionale è particolarmente evidente”.
“Anche se potrebbero esserci minime variazioni nei dati, dovute alla copertura nuvolosa ed al cambiamento del tempo, siamo molto fiduciosi che la riduzione di emissioni che possiamo osservare coincida con la serrata in Italia che determina meno traffico e meno attività industriali”.
Sentinel-5P Precursor – conosciuto anche come Sentinel-5P – è la prima missione del programma Copernicus dedicata al monitoraggio della nostra atmosfera. Il satellite ha a bordo lo strumento Tropomi per la mappatura di una varietà di gas traccia come diossido di azoto, ozono, formaldeide, anidride solforosa, metano, monossido di carbonio e gli aerosol – tutti che influenzano l’aria che respiriamo e di conseguenza la nostra salute, ed il nostro clima.

ESA / Agenzia Spaziale Continente Europeo / Italia
>> http://www.esa.int/Space_in_Member_States/Italy/Coronavirus_calano_in_Italia_le_emissioni_di_diossido_di_azoto

Il satellite del programma europeo Copernicus, Sentinel 5P, è stato lanciato alle 11:27 (09:27 GMT) di venerdì 13 ottobre 2017 collocato in cima ad un razzo Rockot sulla piattaforma di lancio del cosmodromo di Plesetsk
>> https://www.esa.int/Space_in_Member_States/Italy/Immagine_EO_della_Settimana_Plesetsk_Russia

Cosmodromo di Pleseck attivo dal 1957
>> https://it.wikipedia.org/wiki/Cosmodromo_di_Pleseck
Cosmodromo di Bajkonur Байқоңыр (Russo) ғарыш айлағы (Kazaco) e’ la più vecchia e utilizzata base di lancio del Mondo, attiva dal 1955, gestita pirima dall’Unione Sovietica oggi dalla Federazone Russia e dalla Repubblica del #Kazakistan logo dove si trova.
>> http://baikonur.russian.space/
[VIDEO] [VIDEO]

>> Lancio della Soyuz dal cosmodromo di Baikonur – http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Il-lancio-della-Soyuz-dal-cosmodromo-di-Baikonur-Luca-Parmitano-in-orbita-verso-la-ISS-e83264c2-4863-401b-9380-e9c9a5f80787.html

🎥#elettritv💻📲 UTILIZZO DELL’OZONO COME ADIUVANTE NELL’ATTUALE EMERGENZA DA INFEZIONE SARS-CoV-2
Sono oltre 40 le strutture “Ospedaliere Pubbliche” che ad oggi hanno chiesto di poter aderire al Protocollo elaborato dalla Nuova Fio Federazione Italiana Ossigeno-Ozono
>> https://www.nuovafio.it/covid-19-protocollo-di-trattamento-con-ossigeno-ozono-sistemico-approvato-dalla-universita-sapienza-di-roma
COVID-19, con il primo paziente in terapia con ossigeno-ozono sistemico inizia l’applicazione del protocollo approvato dalla Università “Sapienza” di Roma.
Il protocollo proposto al Comitato Etico della Sapienza di Roma è stato approvato.
Primo sperimentatore Fabio Araimo Morselli, direttore UOSD Ospedale senza dolore Policlinico Universita’ La Sapienza di Roma; Originario di Comune di Capoliveri sull’Isola d’Elba
>> https://it.linkedin.com/in/fabio-araimo-6927176a
>> https://www.facebook.com/ComuneCapoliveri/posts/2869356849784215
>> https://www.nuovafio.it/covid-19-protocollo-di-trattamento-con-ossigeno-ozono-sistemico-approvato-dalla-universita-sapienza-di-roma/

L’Ozono e’ un potente antibatterico e antivirale le sue proprieta’ in medicina erano gia note dai primi del 1900.
La sperimentazione è partita ufficialmente ieri nei reparti del Policlinico Università la Sapienza di Roma dall’intuizione a Fabio Araimo Morselli, direttore dell’unità operativa “Ospedale senza dolore” del nosocomio romano. “Questa attenzione all’ozonoterapia per curare pazienti Covid-19 nasce fondamentalmente dalla mia fobia. Ero in contatto da gennaio con colleghi cinesi che già utilizzavano questa tecnica ma per alleviare il dolore nello stadio avanzato della malattia. Io ho pensato potesse essere utilizzata prima. L’ozono e’ un antivirale infatti ha la capacità di ridurre l’infiammazione polmonare che questa malattia causa nei malati (l’ozono viene spesso utilizzato curare dolori cronici o nei pazienti oncologici). Il difficile è capire il punto esatto in cui intervenire, ma ci stiamo lavorando”. Con l’ozonoterapia vengono prelevati in un circuito chiuso 200 millilitri di sangue dal paziente affetto da Covid-19 che poi vengono ozonizzati con un apposito macchinario e infine reiniettati. “La procedura è semplice e replicabile in qualsiasi istituto” spiega il professor Araimo.
>> https://video.repubblica.it/edizione/roma/coronavirus-la-speranza-nell-ozonoterapia-al-via-la-sperimentazione-all-umberto-i-di-roma/357515/358075

L’ipotesi dei clinici è che l’ozono riesca a modulare la risposta del sistema immunitario in modo da non far partire la risposta infiammatoria che determina le polmoniti gravissime. Non ha effetti collaterali nei rispetti dei protocolli.
>> https://www.rainews.it/tgr/trento/video/2020/04/tnt-udine-ozonoterapia-sperimentazione-rovereto-7bd8808f-0cef-45e1-b35e-4a7d0a765017.html

Sperimentazione a Udine: su 36 malati con polmonite e difficoltà respiratorie solo uno è stato intubato. Il trattamento, associato agli antivirali, riduce il danno ai polmoni e rallenta l’infiammazione.
>> https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2020/04/06/news/coronavirus_l_ozonoterapia_evita_la_terapia_intensiva-253290022/

>> https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2020/04/06/news/coronavirus_l_ozonoterapia_evita_la_terapia_intensiva-253290022/

L’ossigeno-ozono terapia potrebbe fermare il Coronavirus Sars-Cov2. Dario Apuzzo Docente in Ossigeno-Ozono Terapia presso l’Università di Roma Tor Vergata, e ricercatore (AIRO): Accademia internazionale di ricerca di ossigeno-ozono terapia: «L’ozono è un potente antibatterico e antivirale. Con l’autoemoinfusione si inattiva il virus in modo del tutto naturale» «Pronto protocollo». L’Appello dell’11 Aprile 2020 su un post perche’ le Istituzioni – le Regioni competenti in materia di Sanita e il Ministero della Salute – prendano coraggio e diano la possibilità di sperimentare sul Covid-19 questa terapia, naturale e a basso costo.
>> https://www.facebook.com/dario.apuzzo/posts/1531327053690622 [VIDEO]

>> https://www.rainews.it/tgr/trento/video/2020/04/tnt-udine-ozonoterapia-sperimentazione-rovereto-7bd8808f-0cef-45e1-b35e-4a7d0a765017.html

Ospedale di Udine, il protocollo della Stefy Stefania Marzinotto, ha sviluppato una nuova metodologia per i tamponi Coronavirus
Nei giorni di mancanza di reagenti, Tecnici, biologi, medici del centro servizi laboratori dell’ospedale di Udine, hanno messo a punto un metodo innovativo per l’estrazione dell’RNA virale del coronavirus dai tamponi laringei. Con la sua nuova metodologia abbattuti i costi (da 10 euro a 4 centesimi) e i tempi (da 2/6 ore a 22 minuti). Il protocollo fetto prorio dalla OMS Organizzazione Mondiale Sanita’ sta ricevendo richieste da tutto il mondo.

>> https://www.rainews.it/tgr/fvg/video/2020/04/fvg-novita-su-tamponi-coronavirus-ospedale-di-udine-747cdbaa-1ead-4bcc-9676-d60babe296a6.html

ISS possibile impiego dell’uso di ozonoterapia 24 Marzo 2020 [LETTERA] http://backoffice.ossigenoozono.it/Multimedia/Content/LETTERA_ISS.jpg
>> http://www.ossigenoozono.it/IT/News/3505/Comunicazione_ufficiale_Istituto_Superiore_di_Sanit%c3%a0_del_24_03_2020
PRIMO REPORT – OSSIGENO OZONO della SIOOT Societa’ Scietifica Italiana Ozono Ossigeno Terapia NEI PAZIENTI RICOVERATI CON COVID-19 01/04/2020

>> http://www.ossigenoozono.it/IT/News/3506/PRIMO_REPORT_-_OSSIGENO_OZONO_SIOOT_NEI_PAZIENTI_RICOVERATI_CON_COVID-19

L’ozonoterapia viene gia impegata in alcuni casi per l’influenza in soggetti anziani, per le bronchiti e per alleviare i dolori nei malati terminali

Primo paziente positivo a Sars-Cov2 o Covid19 sottoposto l’11 aprile 2020 a ozonoterapia all’ospedale di #Atri in #Abruzzo. Il macchinario è stato acquistato in tempi record dalla AUSL, dopo aver chiesto il parere del comitato etico regionale, l’utilizzo per ogni paziente dovrà essere soggetto ad autorizzazione del comitato etico, dopo il consenso informato del paziente. Per l’uso su tutti i pazienti, spiegano dall’AUSL «chiederemo subito l’autorizzazione al comitato etico del Ministero della Salute allo Spallanzani.
Intervista a Enrico Marini reparto di medicina dell’Ospedale di Atri #Abruzzo [VIDEO]

>> https://www.ilcentro.it/teramo/l-ospedale-di-atri-%C3%A8-tra-i-primi-a-sperimentare-l-ozonoterapia-1.2402152

LE POTENZIALITÀ DELL’OZONO PER CONTRASTARE IL CORONAVIRUS La terapia sperimantata in italia dal medico bergamasco Marianno Franzini, utilizzata gia’ nel 2002 per curare la SARS. L’uso dell’ozono in medicina e’ utilizzato dal 1856 soprattutto come disinfettante.
Intervistata nella trasmissione Rai 2 Petrolio [VIDEO]

>> https://www.rai.it/ufficiostampa/assets/template/us-articolo.html?ssiPath=/articoli/2020/02/Petrolio
>> https://www.raiplay.it/video/2020/02/petrolio-files-2020—antivirus
>> https://www.ilgiorno.it/bergamo/cronaca/coronavirus-ozono

CS N° 25/2020 – Ozonoterapia, non rientra nei compiti dell’ISS autorizzare sperimentazioni ISS, 26 marzo 2020
In relazione alle notizie riportate da diversi organi di stampa secondo cui l’Istituto Superiore di Sanità avrebbe rilasciato l’assenso all’utilizzo del trattamento di Ozono Terapia nei pazienti affetti da Covid-19 l’Istituto precisa che: Non rientra nei compiti dell’Istituto rilasciare questo genere di autorizzazioni.
L’ISS non ha rilasciato un’autorizzazione in tal senso ma, in un carteggio informale, ha invece sottolineato che le evidenze portate a sostegno dell’utilizzo di questa terapia per il trattamento del COVID-19, dovrebbero essere confermate, visto l’obiettivo terapeutico, da una sperimentazione autorizzata dall’Agenzia Italiana del Farmaco.
Nello stesso carteggio sono state date indicazioni per eventuali approfondimenti di tipo sperimentale.
https://www.iss.it/comunicati-stampa/-/asset_publisher/fjTKmjJgSgdK/content/id/5313647

🎥#elettritv📲💻 Appello di Mediterranea Saving Humans: Un gommone non ancora affondato con 55 persone ancora vive, adesso dovrebbe trovarsi a meno di 30 miglia nautiche da #Lampedusa. Chiediamo al Governo italiano di verificare la situazione e di ordinare alla nostra Guardia Costiera – della Repubblica democratica Italiana – di intervenire in soccorso, anche fuori dalle acque territoriali.

Mappa Zone della convenzione internazionale per il soccorso SAR search and rescue del mediterraneo #Italia ]😷 ::\⚡/>> http://www.elettrisonanti.net/wp-content/uploads/2019/08/_Mappa_Zone_della_convenzione_internazionale_per_il_soccorso_SAR_search_and_rescue_del_mediterraneo_italia.png
Appello di Sandro Ruotolo https://www.facebook.com/sandro.ruotolo.58/videos/10222427050009496/

>> https://www.agi.it/cronaca/news/2020-04-12/naufragio-migranti-mediterraneo-morti-8318497/

🎥#elettritv📲💻 #Coronavirus Reddito di emergenza Nunzia Catalfo – Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali: “Proprio per questo, stiamo lavorando al prossimo decreto che in termini di risorse sarà più consistente rispetto a quello di marzo, in modo tale da poter aumentare l’importo dell’indennità per autonomi e professionisti fino a 800 euro e introdurre un Reddito di emergenza per le fasce più deboli della popolazione. Obiettivi che porteremo a termine perché in questa crisi, l’ho detto e lo ribadisco, nessun lavoratore e nessun cittadino deve rimanere indietro. ”
[dal post facebook] Nunzia Catalfo 13 aprile alle ore 19:09
>> https://www.facebook.com/catalfonunzia/photos/a.414651232014060/2051178525027981

#REDDITOdiEMERGENZA #LavoratoridelloSpettacolo #Lavorosommerso #sottoproletariato

🎥#elettritv💻📲 Torino via Giulio Cesare, arresti violenti della Polizia senza motivo. Proteste dei cittadini esasperati dalla quarantena influenza coronavirus #monitoraggiocoronavirus ]😷 ::\⚡/>> http://www.elettrisonanti.net/2020/04/20/torino-via-giulio-cesare-arresti-violenti-della-polizia-senza-motivo-proteste-dei-cittadini-esasperati-dalla-quarantena-influenza-coronavirus/

🎥#elettritv💻📲#Coronavirus Ricoverato all’Ospedale Pubblico nella zona di Lecco: «Intubato e in terapia intensiva da 12 giorni, mio fratello stava morendo. Poi gli è stato praticato l’ossigeno ozono come da protocollo, e adesso è vivo e sta guarendo».

L’intervista di Antonio Gaspari Orbisphera
>> http://www.ossigenoozono.it/IT/News/3511/Mio_fratello_stava_morendo_Ossigeno_Ozono_lo_ha_salvato

Ospedale Pubblico S.Carlo Potenza in Basilicata nella rete degli Ospedali Pubblici per sperimentare ii protocolli di Ossigeno Ozono Terapia
>> https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/potenza/1220029/contagi-sotto-controllo-in-basilicata-si-punta-all-ozonoterapia.html
Torino: “L’ossigeno ozono terapia, un valido aiuto contro il coronavirus: ma nessuno ci ascolta”
L’appello del medico: in altri ospedali italiani è una pratica diffusa che sta ottenendo buoni risultati

>> https://www.lastampa.it/torino/2020/04/20/news/l-ossigeno-ozono-terapia-un-valido-aiuto-contro-il-coronavirus-ma-nessuno-ci-ascolta-1.38739999
Tra due settimane al via la sperimentazione dell’Ossigeno ozonoterapia nell’ Azienda Ospedaliero-Universitaria “Ospedali Riuniti” di Foggia in Puglia nella cura ai pazienti positivi al Covid-19
>> https://www.bonculture.it/urban-politics/salute/ossigeno-ozono-terapia-da-wuhan-la-sperimentazione-in-puglia-dattoli-partiremo-tra-due-settimane/

📌Con quali farmaci vengono curati i pazienti Covid al Policlinico Riuniti?
I pazienti ricoverati vengono trattati secondo il assistenziale tipico delle Terapie intensive, delle Malattie infettive, della Pneumologia. Somministriamo in modalità ‘off label’ anche farmaci antimalarici e farmaci biologici per la cura dell’artrite reumatoide, ottenendo risultati molto incoraggianti. Ma v’è di più. Abbiamo attivato le procedure per l’utilizzo dei sieri autoimmuni e, in rianimazione, dell’ozonoterapia. Chiaramente queste procedure sono state autorizzate, considerate praticabili e messe in relazione soprattutto a dosaggi e a momenti diversi rispetto a quelli che abitualmente prevedono la loro attivazione.
>> https://www.facebook.com/lasaluteinpuglia/photos/a.1217933824999425/2758742714251854/?type=3&theater
>> https://www.facebook.com/DottMasielloGiuseppe/posts/927372681044017

🎥#elettritv💻📲 Appello per l’utilizzo nella Sanita’ Pubblica dell’Ossigeno-Ozono Terapia contro il coronavirus COVID-19 Sars-Cov

>> http://www.elettrisonanti.net/2020/04/23/appello-per-lutilizzo-nella-sanita-pubblica-dellossigeno-ozono-terapia-contro-il-coronavirus-covid-19-sars-cov2/

🎥#elettritv💻📲 Le prime evidenze relative alla presenza del coronavirus (RNA del SARS-CoV-2) sul particolato provengono da analisi eseguite su 34 campioni di PM10 in aria ambiente di siti industriali della provincia di Bergamo, raccolti con due diversi campionatori d’aria per un periodo continuativo di 3 settimane, dal 21 febbraio al 13 marzo.
Il paricolato atmosferico e’ stato analizzato con metodo PRC dall’Universita’ di Trieste e dall’Azienda Ospedaliera di Trieste.

>> https://www.dire.it/24-04-2020/451809-coronavirus-sima-covid-resta-nello-smog-potremmo-avere-allerta-su-future-recidive/
>> http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Covid-19-nel-particolato-atmosferico-indicatore-per-future-recidive-Societa-Italiana-di-Medicina-Ambientale-c22e506c-68c3-4a6e-86df-ba2575bd93c9.html
Tra i componenti del gruppo di ricerca, oltre ad Alessandro Miani (Università degli Studi di Milano) sono presenti Leonardo Setti e Fabrizio Passarini (Università di Bologna), Gianluigi De Gennaro, Jolanda Palmisani e Alessia Di Gilio, (Università di Bari), Pierluigi Barbieri, Massimo Borelli, Valentina Torboli, Alberto Pallavicini (Università di Trieste), Maurizio Ruscio, Francesco Fontana e Libera Clemente (Azienda ospedaliera Giuliano Isontina di Trieste), Maria Grazia Perrone (Divisione Ricerca Ambientale Tecora) e Prisco Piscitelli (Cattedra UNESCO dell’Università Federico II di Napoli e Vicepresidente SIMA).
>> https://www.medrxiv.org/content/10.1101/2020.04.15.20065995v1
>> https://www.medicalexcellencetv.it/presenza-di-coronavirus-sul-particolato-atmosferico-possibile-indicatore-precoce-di-future-recidive-dellepidemia-da-covid-19/
>> https://www.medrxiv.org/content/10.1101/2020.03.28.20046243v1.full.pdf

🎥#elettritv💻📲 Reddito di Emergenza: Il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta, ospite a Circo Massimo su Radio Capital, nell’intervista parla del Reddito di emergenza, misura – dice – prevista nel decreto di Aprile in discussione, per la fascia di popolazione che non ha reddito ne ammortizzatori sociali, l’ipotesi e’ circa 500 euro al mese [VIDEO min 5:35]
Confermati i bonus del decreto precedente, 400 euro per i singoli, fino a 800 euro per le famiglie, ma con una possibile soglia di reddito a 35.000 euro per i furbetti.

>> https://www.capital.it/programmi/circo-massimo/podcast/podcast-del-27-04-2020-coronavirus-il-sottosegretario-baretta-possibile-soglia-di-reddito-per-bonus-autonomi/
>> https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/04/27/coronavirus-verso-reddito-di-emergenza-di-400-euro-per-i-single-e-800-per-le-famiglie-il-bonus-autonomi-sale-a-800-euro/5783714/

🎥#elettritv💻📲#Coronavirus Ossigeno-Ozono Terapia: Amato De Monte: «Non serve intubare e sopratutto non vanno in terapia intensiva». Dall’intervista a Telefriuli del 07 Aprile 2020 [VIDEO dal min 6:36 al min 8:29]

>> https://www.telefriuli.it/cronaca/amato-de-monte-cura-terapia-ozono-coronavirus-covid-19/2/205665/art/

🎥#elettritv💻📲C’E’ MUSICA IN CASA – 100 PALCHI APERTI PER EMERGENCY

«ABOLIRE LA GUERRA UNICA SPERANZA PER L’UMANITÀ il 90% delle vittime sono civili un terzo dei quali bambini» Gino Strada

Dal 28 al 30 Aprile da tutta Italia in streaming su Facebook, Instagram e Youtube. Oltre 100 musicisti per EMERGENCY in diretta da casa loro.
Cantanti e musicisti di tutta Italia in concerto per EMERGENCY: dal rock all’indie, dalle cover band a giovani cantautori emergenti, voci note e meno note aprono le loro case per tre giorni di musica a sostegno di Emergency. L’iniziativa solidale vede coinvolti numerosi artisti che cantano e suonano in diretta streaming sulle pagine Facebook, Instagram e Youtube dei tanti gruppi territoriali di volontari EMERGENCY sparsi in tutta Italia.
Tre giornate di Musica in casa, tutte dedicate a EMERGENCY, che diventano un’occasione non solo per ascoltare dal vivo i propri cantanti preferiti ma anche per stare insieme in favore di una giusta causa. L’iniziativa sarà assolutamente gratuita ma sarà un modo per sostenere il lavoro di EMERGENCY sul COVID-19.
In risposta all’epidemia, EMERGENCY ha attivato numerosi progetti, mettendo a disposizione delle autorità sanitarie le proprie competenze maturate anche durante l’epidemia dell’ebola in Sierra Leone nel 2014 e 2015. Attualmente EMERGENCY è presente a Bergamo dove ha supportato la progettazione dell’ospedale da campo in Fiera nella corretta predisposizione dei flussi ospedalieri e, oggi, gestisce la terapia intensiva con uno staff di 34 operatori tra medici, infermieri, fisioterapisti, oss, logisti e tecnici di laboratorio.
EMERGENCY sta offrendo anche un servizio di monitoraggio e gestione anti-contagio nei centri per senza fissa dimora, per minori stranieri non accompagnati (MSNA) ed ex SPRAR.
A Milano, Venezia, Piacenza e Catania, invece, grazie ai gruppi volontari territoriali, EMERGENCY ha attivato un servizio per le richieste di consegna di beni alimentari, farmaci o altri beni di prima necessità per gli Over 65, coloro a cui è stata ordinata la quarantena e le persone fragili a rischio movimento.

PER SEGUIRE LE [DIRETTE] DA CASA L’elenco completo degli appuntamenti in tutta Italia è in continuo aggiornamento sul sito di EMERGENCY all’indirizzo:
>> https://eventi.emergency.it/musica-a-casa

Per aderire come musicista: coordinamento.gruppi@emergency.it

Qui puoi avere informazioni sulle attività che Emergency sta svolgendo per l’emergenza COVID-19 e per fare una donazione.

>> https://sostieni.emergency.it/dona-ora/index.php?idc=20.ONE.WEB.EMERCOVID.196

Videoconferenza sull’applicazione dell”ossigeno-ozono terapia contro il COVID-19 Sars-CoV2 con comunita’ scientifica del Peru’ e Marianna Chierchia dall’Italia, spegazione trattamento, proposta di un archivio banca dati mondiale sul trattamente del COVID-19 Sars-Cov2 con l’ossigeno-ozonoterapia [VIDEO min 14]

🎥#elettritv📲💻#Coronavirus: BOZZA DECRETO LEGGE “APRILE”
Il Reddito di emergenza viene calcolato come il Reddito di cittadinanza su base ISEE, L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, un indicatore che serve a valutare e confrontare la situazione economica delle famiglie.
Simulazione del Calcolo dell’ISEE
>> https://servizi2.inps.it/servizi/Iseeriforma/FrmSimHome.aspx
>> https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=50088

Art. 19
(Reddito di emergenza)
>> https://static.gedidigital.it/repubblica/pdf/2020/cronaca/bozza_mef_30042020.pdf

🎥#elettritv📲💻 #CORONAVIRUS📌 Lombardia: CON UN APPARECCHIATURA SI POSSONO CURARE PIU’ DI 100 PAZIENTI AL GIORNO, ATTRAVERSO L’AUTOEMOTRASFUSIONE ARRICCHITA DI OZONO SENZA EFFETTI COLLATERALI, NON C’E’MOTIVO DI NON UTLIZZARLA.
Carlo Antonio Galoforo, medico chirurgo, docente di ossigeno-ozonoterapia all’Università di Pavia, medico in diverse strutture sanitarie a Brescia, conferma che l’Ossogeno-Ozono Terapia puo’ contribuire in maniera efficace sulla patologia del coronavirus COVID-19 Sars-Cov2

🎥#elettritv📲💻 #Coronavirus📌 Campania: Come si fa la grande emoinfusione per il trattamento della Sars-Cov2 o COVID19 con l’ossigeno-ozono terapia. La piccola emoinfusione intramuscolare, o per via rettale. Marianna Chierchia ozonoterapeuta in videoconferenza con la comunita’ medico scientifica del Peru’ mostra come fare la grande emotrasfusione, praticata nel video a sua madre, con il supporto dell’infermiera.

🎥#elettritv 💻📲 Il Coronavirus COVID19 Sar-Cov2 è di origine naturale. Lo dice la dottoressa Maria Kerkhove [VIDEO who.int min 52:50] nella in conferenza stampa WHO Organizzazione Mondiale Sanita’, il 04/05/2020 a Ginevra, supportata da Michael Ryan il responsabile delle emergenze OMS (WHO) [VIDEO who.int min 54:00]
>> https://www.who.int/emergencies/diseases/novel-coronavirus-2019

>> http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/coronavirus-oms-la-pandemia-resta-emergenza-sanitaria-internazionale
>> http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/covid-19-oms-speculazioni-da-stati-uniti-nessuna-prova-su-origine-in-laboratorio-del-virus

FASE 2 – DECRETO 26 aprile 2020 Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale. (20A02352) (GU Serie Generale n.108 del 27-04-2020)
Gazzetta Ufficiale >> https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/04/27/20A02352/sg

🎥#elettritv💻📲 #Coronavirus: Rino Rappuoli, uno dei microbiologi più citati e noti al mondo, il padre del vaccino contro meningococco B e C e quello contro la pertosse, è riuscito a trovare degli anticorpi monoclonali che funzionano contro il nuovo coronavirus. Spiega di cosa si tratti e le prospettive per arrivare ad un vaccino nell’intervista a Gerardo D’Amico di Rainews.it

>> http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Coronavirus-Rino-Rappuoli-intervista-Rainews24-funzionano-i-nostri-anticorpi-monoclonali-la-cura-contro-Covid19

📌La Lettera denuncia del dottor Antonio Carlo Galoforo

Gentilissimi,
Vi invio, quale medico, la mia lettera di denuncia sul mancato utilizzo dell’Ozonoterapia contro Covid-19: perché tanti ostacoli scientifici e burocratici??
• Perchè questa terapia che fino ad oggi ha portato solo risultati positivi (vedi le esperienze degli ospedali di Udine, Atri, Umberto I, solo per citarne alcuni), come dimostrato dai report scientifici, viene ignorata e/o addirittura osteggiata?
• Perché, nonostante i risultati incoraggianti raggiunti negli ospedali grazie al protocollo elaborato da SIOOT, non si utilizza l’ozonoterapia su tutti i pazienti che ne hanno bisogno?
• Perchè non viene autorizzato l’utilizzo dell’ozonoterapia in tutti gli ospedali con pazienti Covid-19 dal momento che è una terapia a basso costo, priva di effetti collaterali e che non presenta antimicrobico resistenza?? la storia della medicina ci insegna che con altri virus
(Ebola, Sars,…) l’ozonoterapia ha portato a risultati positivi
• Perchè l’ozonoterapia non viene utilizzata per proteggere in via preventiva medici, infermieri e tutti gli operatori sanitari esposti costantemente al virus?
• Cosa blocca questo approccio?
• Cosa fa sì che tante vite umane non abbiano un’opportunità in più per essere salvate??
Io, in quanto medico, prima di iniziare ad esercitare, ho prestato il giuramento di Ippocrate, impegnandomi a mettere le mie conoscenze a disposizione del progresso della medicina
e mettendomi a disposizione dell’Autorità competente, in caso di pubblica calamità, cosa che ho fatto fin da subito, ma probabilmente l’ozono, come viene definito all’estero, è “no profitable”.
Da qui un’altra domanda:
• Quali gli interessi che governano la scelta delle cure più efficaci per salvare vite umane o per rendere migliore la vita stessa?
Le evidenze scientifiche in Italia e all’estero parlano chiaro; il primo caso di guarigione completa dal Covid-19 in Cina si è avuto applicando il protocollo terapeutico con Ossigeno ozono terapia che io stesso ho elaborato e presentato al Comitato Scientifico della Tianjin University nel febbraio scorso e che è stato documentato nella sua evoluzione e pubblicato a livello internazionale (vedi report in allegato).
È stato pubblicato questa settimana su l’European Review for Medical and Pharmacological Sciences (in allegato) uno studio scientifico, a cui ho collaborato in prima persona, che parte dalla ricerca che avevo pubblicato già il 21 febbraio u.s. e che evidenzia in modo scientifico l’efficacia di questo trattamento anche a livello italiano.
Perché questo appello? Sono il Dott. Antonio Carlo Galoforo, membro del direttivo SIOOT, Società Scientifica Ossigeno Ozonoterapia, docente Master Università di Pavia, ecc.; sono stato il pioniere su questo tema, avendo portato avanti i rapporti con le istituzioni e gli ospedali cinesi fin da quando Coronavirus era ancora un’epidemia circoscritta a Wuhan (gennaio 2020), quindi prima che diventasse pandemia mondiale.
Le allego a tal fine:
• il primo case report del primo paziente trattato in Cina grazie al protocollo italiano (Tianjin University)
• l’articolo dell’European Review for Medical and Pharmacological Sciences: https://www.europeanreview.org/article/20976
L. Valdenassi, M. Franzini, G. Ricevuti, L. Rinaldi, A.C. Galoforo, U. Tirelli
Potential mechanisms by which the oxygen-ozone (O2-O3) therapy could contribute to the treatment against the coronavirus COVID-19
Eur Rev Med Pharmacol Sci
Year: 2020
Vol. 24 – N. 8
Pages: 4059-4061
DOI: 10.26355/eurrev_202004_20976
Tanti sono i dati che confermano la validità di questo approccio che potrebbe salvare la vita a molte persone che è la cosa che più mi sta a cuore e motivo per cui ho scelto di diventare medico, ma la disattenzione mostrata da buona parte della comunità scientifica e soprattutto delle istituzioni mi risulta incomprensibile e inaccettabile.

Potential mechanisms by which the oxygen-ozone
(O2-O3) therapy could contribute to the treatment
against the coronavirus COVID-19 Art. 9388A PM 18937 Letter to the Editor
>> http://www.elettrisonanti.net/wp-content/uploads/2020/05/Art._9388A-PM_18937-Letter_to_the_Editor_Potential_mechanisms_by_which_the_oxygen-ozone_O2-O3_therapy_could_contribute_to_the_treatment_against_the_coronavirus_COVID-19.pdf

Case Report Recovery of One ICU-Acquired COVID-19 Patient via Ozonated (China) Autohemotherapy
>> http://www.elettrisonanti.net/wp-content/uploads/2020/05/SSRN-id3561379_Case_Report_Recovery_of_One_ICU-Acquired_COVID-19_Patient_via_Ozonated_Autohemotherapy.pdf

>> https://papers.ssrn.com/sol3/papers.cfm?abstract_id=3561379

[FONTE] >> https://www.gazzettadellemilia.it/cronaca/item/27542-covid-19,-l-ozono-terapia-pu%C3%B2-risultare-efficace-la-lettera-denuncia-del-dottor-antonio-carlo-galoforo.html

🎥#elettritv📲💻 #Coronavirus DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 17 maggio 2020

m) gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto restano sospesi fino al 14 giugno 2020. Dal 15 giugno 2020, detti spettacoli sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala. Le regioni e le province autonome possono stabilire una diversa data, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori. L’attività degli spettacoli è organizzata secondo le linee guida di cui all’allegato 9. Restano sospesi gli eventi che implichino assembramenti in spazi chiusi o all’aperto quando non è possibile assicurare il rispetto delle condizioni di cui alla presente lettera; restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali.
Pag 2 17-5-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale – n. 126

>> [TESTO] https://www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2020/05/17/126/sg/pdf

Raccolta degli atti recanti misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 Raccolta degli atti emanati dal Governo
>> https://www.gazzettaufficiale.it/attiAssociati/1/?areaNode=13

🎥#elettritv📲💻 #Coronavirus, l’elenco completo degli atti
per lo Stato di emergenza su OpenPolis

>> https://www.openpolis.it/coronavirus-lelenco-completo-degli-atti

🎥#elettritv📲💻 E’ POSSIBILE PRESENTARE LA DOMANDA PER IL REDDITO DI EMERGENZA
Per compilare la domanda puoi accedere al portale INPS attraverso l’Autenticazione PIN, SPID, CIE, CNS
*in caso di errore di compilazione e’ possibile cancellare e riformulare la domanda nuovamente, se non ancora esaminata.
>> https://serviziweb2.inps.it/RedditoEmergenza
>> https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=53718
È attivo dal 22 maggio 2020 il servizio per la presentazione delle domande di Reddito di Emergenza, misura straordinaria di sostegno al reddito introdotta per supportare i nuclei familiari in condizioni di difficoltà economica causata dall’emergenza epidemiologica da COVID-19, istituita dall’articolo 82 del decreto legge n. 34 del 19 maggio 2020.
Le domande dovranno essere presentate all’Inps esclusivamente in modalità telematica entro il 30 giugno 2020, autenticandosi con PIN, SPID, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità Elettronica.
Per la presentazione della domanda ci si potrà avvalere anche degli istituti di patronato.
Dopo aver effettuato l’autenticazione al servizio, sono consultabili i manuali che forniscono le indicazioni per la corretta compilazione della richiesta.
Previsto dal DL 34/2020 per supportare i nuclei familiari in difficoltà economica a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, il Reddito di Emergenza (Rem) è subordinato al possesso dei requisiti di residenza, economici, patrimoniali e reddituali indicati all’articolo 82 del decreto.
A breve sarà disponibile la circolare esplicativa, con le indicazioni di dettaglio relative alla disciplina della misura.
>> https://www.inps.it/nuovoportaleinps/reddito di emergenza

📌Sicilia 25 Maggio 2020: Francesco Cosentino medico chirurgo di Trapani, nel [VIDEO dal min 8:52] comunica quanto segue: Il professor Dario Apuzzo aveva presentato un protocollo per il trattamento del COVID-19 – con l’Ossigeno-Ozono Terapia – che e’ stato approvato da un Ospedale “Pubblico” Lombardo e dal comitato etico, quindi e’ passato al comitato regionale della Lombardia ed e’ stato bocciato da un Farmacologo tale dottor Scaglione “Francesco” il quale ha detto che l’ozono funziona solo nei topi. Io dico al collega di andarsi a documentare bene che non funziona solo sui topi, gli altri lo hanno seguito a ruota e l’hanno bocciato. Hanno bocciato la sperimentazione di un altro Ospedale Lombardo che aveva chiesto di entrare a far parte dello studio della sperimentazione con un lavoro multicentrico partito da Udine, regolarmente approvato dal comitato etico regionale del Friuli, ma che hanno bocciato pure quello. Quindi ci troviamo innanzi signori miei, alla follia piu’ totale.

🎥#elettritv💻📲 02/06/2020 ART. 1. L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
>> https://www.quirinale.it/allegati_statici/costituzione/costituzione.pdf
Dall’inizio dell’epidemia di Sars-Cov-2 in Italia hanno perso la vita 163 medici e 40 infermieri.
>> https://www.rainews.it/tgr/toscana/video/2020/05/tos-giornata-infermiere-sindacato-Nursind-Andrea-Bruno-Savelli-2afa424b-b4e2-4569-9eff-6d07afe1c694.html
>> https://portale.fnomceo.it/elenco-dei-medici-caduti-nel-corso-dellepidemia-di-covid-19/
>> https://www.ecodibergamo.it/stories/bergamo-citta/covid-19-morti-163-medici-e-40-infermierioperatori-sanitari-la-categoria-piu-co_1354386_11/

🎥#elettritv💻📲 #Coronavirus Ricercatori dell’Università Federico II di Napoli e dell’Università di Perugia hanno identificato molecole endogene in grado di impedire l’ingresso del virus COVID-19 o SARS-COV2 nelle cellule umane.
Le molecole endogene descritte in questo lavoro sono di natura steroidea e alcune di esse sono degli acidi biliari, ovvero sostanze prodotte nel fegato e nell’intestino dal metabolismo del colesterolo
>> http://www.unina.it/-/22245970-nuovi-approcci-molecolari-al-trattamento-dellinfezione-da-sars-cov2-covid-19-
I co-autori della ricerca hanno pubblicato in pre-print sul sito BioRxiv che riporta l’identificazione di nuovi target molecolari in grado di interferire con il meccanismo d’ingresso del SARS-CoV2 o COVID-19 nelle cellule bersaglio.
>> https://www.biorxiv.org/content/10.1101/2020.06.10.144964v1

Si tratta di una sostanza già presente nell’organismo – spiega Angela Zampella, direttore del Dipartimento di Farmacia dell’ Università di Napoli Federico II – che blocca l’entrata del virus nella cellule”. È una sostanza del tutto naturale presente anche in alimenti come la liquirizia e l’olio d’oliva e “agiscono con lo stesso meccanismo”. Una scoperta che spiana la strada a una diversa prevenzione anche perché, come fa sapere Zampella, “funziona quando la carica del virus non è elevatissima”.

Rainews.it >> http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Coronavirus-scoperta-sostanza-naturale-che-lo-blocca-cfc5c89c-3da1-4b5a-a74a-6044cb888304.html

🎥#elettritv💻📲 In #ValSeriana nella valle del fiume Serio tra le Alpi Orbie in Lombardia il #coronavirus Covid-19 Sars-Cov2 circolava già a novembre-dicembre 2019. L’epicentro era proprio l’ospedale di Alzano Lombardo, dove verso la fine dello scorso anno erano ricoverate 40 persone per virus non riconosciuti e con sintomi da polmonite interstiziale. Secondo quanto riportato da Repubblica sarebbe questa una novità, clamorosa, che sta emergendo dall’inchiesta della procura di Bergamo che indaga sulla mancata istituzione della zona rossa proprio in Val Seriana, sulle Rsa, sulla chiusura-riapertura lampo dell’ospedale di Alzano e sui mancati dispositivi di protezione per gli operatori sanitari e i medici di base.
Dall’incrocio delle carte acquisite dai pm orobici – in particolare dai dati forniti dall’Ats – e dalle testimonianze raccolte, prende forma l’ipotesi, fondata, che quello che è andato storto in Lombardia ha a che fare con una sottovalutazione tutt’altro che breve del virus… Che aveva iniziato ad aggredire ben prima di quanto Regione Lombardia e governo centrale abbiano comunicato. Da dicembre a fine febbraio infatti, in Val Seriana c’è stata una massiccia uscita di farmaci prescritti dai medici per polmoniti anomale (anche per bambini). A tal punto che a fine febbraio le farmacie non ne avevano più. Già in quel periodo, dunque, la zona era infettata dal Covid-19.
Francesca Nava giornalista di Tpi che insieme ad altri ha pubblicato un instant book dal titolo “Epidemia colposa? Le verità nascoste sulla mancata zona rossa nella Val Seriana” Ascolta [AUDIO]

[FONTE] Radio Onda d’Urto
>> https://www.radiondadurto.org/2020/06/30/bergamo-in-valseriana-gia-a-dicembre-circolava-il-coronavirus/

Inchiesta del quotidiano La Repubblica
>> https://www.repubblica.it/cronaca/2020/06/30/news/coronavirus_gia_a_dicembre_2019_casi_in_val_seriana-260588247/

>> https://www.avvenire.it/attualita/pagine/quei-nuovi-casi-sospetti-di-focolai

🎥#elettritv📲💻 In conseguenza del rischio sanitario connesso alla diffusione dell’epidemia, #SarsCov2 #Covid19 lo stato di emergenza è stato prorogato fino al 15 ottobre 2020. Provvedimento del Consiglio dei Ministri – Misure sull’emergenza #coronavirus (#SarsCov2 #COVID19) – Quadro generale
28 agosto 2020
Riguardo alle risorse economiche in favore delle amministrazioni Comunali, sono stati emanati due provvedimenti:
1) Vedi pagina 28
2)L’Ordinanza del Dipartimento Protezione civile n. 658, con la quale si assegnano ai Comuni fondi aggiuntivi per complessivi 400 MILIONI DI EURO utilizzabili con procedure semplificate per misure urgenti di solidarietà alimentare. I comuni possono destinare alle misure urgenti di solidarietà alimentare eventuali donazioni (ES: SENZA FISSA DIMORA). A tal fine è autorizzata l’apertura di appositi conti correnti bancari presso il proprio tesoriere o conti correnti postali onde fare confluire le citate donazioni. L’ufficio dei servizi sociali di ciascun comune individua la platea dei beneficiari ed il relativo contributo tra i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus COVID-19 e tra quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico. Ciascun comune è autorizzato all’acquisizione, in deroga al Codice dei contratti pubblici (D. Lgs. 50/2016), di: buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali contenuti nell’elenco pubblicato da ciascun comune nel proprio sito istituzionale; generi alimentari o prodotti di prima necessità. I comuni possono avvalersi degli enti del Terzo settore per l’acquisto e per la distribuzione di tali beni. Nell’individuazione dei fabbisogni alimentari e nella distribuzione dei beni, i comuni in particolare possono coordinarsi con gli enti attivi nella distribuzione alimentare realizzate nell’ambito del Programma operativo del Fondo di aiuti europei agli indigenti (FEAD). Per le attività connesse alla distribuzione alimentare non sono disposte restrizioni agli spostamenti del personale degli enti del Terzo settore e dei volontari coinvolti.
>> https://www.camera.it/temiap/documentazione/temi/pdf/1203754.pdf?_1588279335853

Allegato 1 – Contributo spettante a ciascun Comune per misure urgenti di solidarietà alimentare (valori in euro)
[TABELLA] TUTTI I COMUNI D’ITALIA
>> https://www.gazzettaufficiale.it/do/atto/serie_generale/caricaPdf?cdimg=20A0194200100010110001&dgu=2020-03-30&art.dataPubblicazioneGazzetta=2020-03-30&art.codiceRedazionale=20A01942&art.num=1&art.tiposerie=SG
>> https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/03/30/20A01942/sg

#monitoraggiocoronavirus ]😷 ::\⚡/>> http://www.elettrisonanti.net/2020/03/09/coronavirus-italia-sars-cov-2-o-2019-ncov-monitoraggio

>>

Guida all’uso del nuovo geoportale

monitoraggio_mappa_coronavirus_2019-nCoV_sarsCoV-2_Italia

No comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

css.php