Clara_&_black_cars_clara_moroni
🎥#elettritv📲💻 Viene dalla scena #punk, dagli scantinati del #rock meneghino, Clara Moroni, dopo aver militato in alcuni gruppi punk milanesi, influenzata dai Sex Pistols comincia le prime esperienze nell’underground con The Arms, prima da batterista e subito dopo come cantante. Poi canta nei Kubrick (un gruppo milanese dark rock), Siouxsie and the Banshees e Bauhaus. Vive a Londra, dove assorbe le nuove tendenze musicali, tornata in Italia, dopo attività in studio e collaborazioni, nel 1990 nasce il progetto Clara & Black Cars, band rock, a formazione variabile con: Giacomo Giannotti – tastiere, pianoforte; Clara Moroni – voce, cori; Luca Testoni – chitarra solista, Claudio Golinelli – basso, Beppe Leoncini – Batteria, che sfornano il brano in video sopra…. >> www.antiwarsongs.org/no che no che no
La rockers dallo spirito ribelle accompagna con la sua voce i concerti di Vasco dagli anni novanta, continuando la sua cariera solista, ormai internazionale, in Messico e in Giappone..
In Bambina Brava dove si racconta, “racconta la liberazione degli schiavi” dice nella [VIDEO] intervista….

>> I [VIDEO] di Clara in tour con la combriccola del blasco: MissClaraMoroni/videos sono realtà, in fondo un atto rivoluzionario.
>> La mia rivoluzione Rock leggi
>> Se avessi un figlio rece [VIDEO]

[Testo]

C’era un prete che da bambina mi insegnava le preghiere
“Padre nostro, ave Maria” carezzandomi il sedere
C’era un tipo lì a proteggermi, il mio angelo custode
Che si pettinava i riccioli quando le prendevo sode, oh si!

Questioni di fede, lo vedi anche tu
Noi sul marciapiede e lui, lui invece lassù
No che no che no, no che non va bene
No che no che no, no che non sta insieme
Noi lasciati qui a sudare, a farci il mazzo
Condannati qui a rotolare nello spazio, noi…
Che siamo i figli suoi

C’era un indio brasiliano che parlava alla foresta
Per amore un buon cristiano gli ha sparato nella testa, sai
C’era un bimbo sul giornale tutto occhi e tutto pancia
La tragedia universale di chi porge l’altra guancia, sì

Questioni di fede, capisci anche tu
Se Dio non si vede, no, no, io non ci credo più
No che no che no, no che non va bene
No che no che no, no che non sta insieme
Noi lasciati qui a pagare a caro prezzo
Una storia di mele di serpenti e sesso, noi…
Che siamo i figli suoi
I prediletti suoi

Rose rosse, era di maggio, tanta gente in processione
Era un atto di coraggio, io l’ho fatto in un portone
La mia prima volta è andata così
Signore tu ascoltami, c’è amore anche qui

No che no che no, no che non va bene
No che no che no, no che non sta insieme
Noi lasciati qui a sudare, a farci il mazzo
Condannati qui a rotolare nello spazio, noi…
Che siamo i figli suoi
Noi lasciati qui a pagare a caro prezzo
Una storia di mele di serpenti e sesso, noi…
Che siamo i figli suoi
I prediletti suoi
Noi siamo i figli suoi
Noi siamo i figli…

No comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

css.php