Costa_volpara_pappagalli_verdi_Emergency

🎥#elettritv💻📲 Costa Volpara: La notte era umida e l’aria carica di elettricità; la terra rilasciava il calore del giorno liberando un vapore visibile solo grazie alla velata luce della luna che filtrava dalle nuvole. Fu in quel momento che ad Antonello il suono sembrò trasudare dalla terra. “Costa Volpara suona”, sussurrò, fuori dalla sala prove, il seminterrato di una casa di campagna in strada Costa Volpara a Viterbo, mentre gli altri, all’interno, continuavano a far vibrare i propri strumenti. Il loro sound spazia dal folk al Rock passando per il cantautorato e la musica popolare, il loro genere è stato influenzato dalle suggestioni del rock targato Litfiba, dello ska e del punk. “CV” Costa Volpara, ma anche “cavallo vapore”, racchiuso nel logo insieme all’immagine della zampa di volpe. La storia della volpe è una metafora della nostra esistenza, dello stare sempre in guardia, del dolore che si prova e alle atroci sofferenze quando si viene inseguiti dal gioco della crudeltà. Portatori di ideali del loro universo, trasformano gioie e dolori, restituendoli con la musica e le canzoni. [Leggi]

>> Dona gli anni al vento buono Recensione su Rockit
>> Tutti i video dei Costa Volpara
>> Ascoltali su Spotify
>> PAPPAGALLI VERDI Le armi degli orchi, cluster bomb a forma di giocattolo per colpire i bambini. C’è la PFM-1, di progettazione sovietica e la BLU-43|44/B short DragonTooth mine americane USA (dente di drago corto e lungo) con carica ad esplosivo liquido. Tra di loro si differenziano solo per il tipo di detonatore. Lo scopo di queste armi non è di uccidere, ma di ferire mutilare.


View this post on Instagram

#Musofestival #costavolpara #Rock #Folk #Music #underground #orioloromano

A post shared by ElettRiTv (@elettrisonanti) on

No comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

css.php